Buonanotte tagged posts

Buonanotte all’amore multiforme

Buonanotte all’amore multiforme.
Ché c’è quello mentale.
Quello sentimentale.
Quello fisico.
Quello platonico.
Quello sessuale.
Quello affettivo.
Quello cerebrale.
Quello viscerale.
Quello fatto di parole.
Quello fatto di poesie.
Quello anche fatto di silenzi.
Quello di incontri o di distanze.
Quello di presenze o di mancanze.
Buonanotte a chi questo amore l’ha trovato, a chi l’ha trascurato, a chi non l’ha capito.
E magari ha lasciato che se ne volasse via.
E buonanotte a chi ha fatto di tutto per trattenerlo accanto a sé.

Oriana

Buonanottea chi si dice “non è tutto così”.

Buonanottea chi si dice “non è tutto così”.
A chi non si accontenta.
A chi continua ad immaginare un futuro diverso.
Migliore.
A chi aspetta ancora l’amore vero.
Non quello che tanto poi ognuno dei due si fa le sue storie e poi ci si ritrova in un letto matrimoniale ognuno coi suoi sogni.
Buonanotte a chi aspetta di condividere il letto con chi ha il nostro stesso sogno.
E in un abbraccio di tutta la notte, di tutte le notti, condividerlo insieme.

Oriana

Buonanotte a chi resta

Buonanotte a chi resta.
A chi decide di andarsene.
A chi vuol tornare e non sa come fare.
A chi è oramai è lontano e non lo si può più raggiungere.
A chi era indeciso e ha mosso solo pochi passi.
Buonanotte a chi è pronto in ogni caso a riabbracciare.
Semplicemente così, stasera.
Il nostro abbraccio è sempre qui.

Oriana

Buonanotte a ciò che non ci va più

Buonanotte a ciò che non ci va più.
Mancanze rivestite di “oh scusa, non potevo”.
Assenze coperte da “oh mi spiace, sapessi quanti impegni”.
Maleducazione abbigliata da “non ce l’ho con te, però…”.
E dimenticanze, e indifferenze, e pesantezze, e intolleranze.
Tanto noi sappiamo “capire”.
Siamo buoni, comprendiamo.
Buonanotte a chi invece non ci sta più.
Buonanotte a chi ha un po’ di “fottiti” pronti ad esplodere.

Oriana

Buonanotte a chi dice sempre la parola sbagliata

Buonanotte a chi dice sempre la parola sbagliata.
E butta all’aria in un secondo tutti i propositi di calma, tranquillità, leggerezza.
Che’ ci proviamo davvero a resettare e ricominciare con un discorso nuovo.
Ogni giorno tentiamo un approccio diverso e ci inventiamo occasioni.
Ed immancabilmente toppiamo di brutto.
E piangiamo noi, poi.
Che’ non riusciamo a farcene una ragione.
Che’ il cuore non capisce, la mente se ne sbatte, e le parole a distanza risultano sterili e stupide.
Buonanotte a chi vorrebbe ancora, tanto, sempre.
Buonanotte a chi probabilmente ci proverà ancora.
Ci saranno altre risposte negative, ci manderanno a quel paese, forse non ci comprenderanno mai.
Ma buonanotte a chi spera, un giorno, di indovinare il tasto giusto.

Oriana

Buonanotte a chi non aspetta più nessuno

Buonanotte a chi non aspetta più nessuno.
Abbiamo atteso invano ore, giorni, mesi, anche anni.
Apparecchiando emozioni che non venivano apprezzate.
Imbandendo sentimenti appena considerati.
Spandendo profumi d’amore.
Elargendo sospiri di passione.
La speranza non è mai sopita.
Ma la considerazione di noi stessi vale di più.
Sicuramente più di un’assenza, più di una dimenticanza, più di un menefreghismo, più di un egoismo.
Buonanotte a chi necessitava presenza.
Quando c’eravamo anche noi.
Ora non serve più, sarebbe meschinità.
Buonanotte a chi non ne ha più bisogno.
Perché siam più forti noi.

Oriana