Non sono una di quelle per le quali ti giri ad ammirarle

Non sono una di quelle per le quali ti giri ad ammirarle, passo inosservata,
non son neanche una di quelle che lasciano qualcosa, io, quando me ne vado, non lascio neanche un ricordo,
non sono di quelle che ti fan perdere la testa, del resto non è difficile trovarne una migliore di me,
non perdi la testa, la strada, la via, non perdi niente, se mi perdi. Eppure rimango, rimango spesso.
Sentirmi chiamata donna mi fa ridere, ragazza sorridere, quando mi si dice bambina mi sciolgo.
Ho paura del buio, non ditelo a nessuno, io posso resistere alla paura, ho fatto forza su ogni mia debolezza, per non sentirmi tradita ancora.
Mi sono sentita migliore , quando mi hanno massacrata.
Non sono una di quelle con cui si parla di per sempre, con me non si parla troppo di domani, probabilmente non andrei bene , domani.
Ho lasciato perdere le bambole , ho lasciato perdere le storie a lieto fine, ma non ho lasciato i sogni, quelli sono rimasti inchiodati alla sedia.

[Sabi

Google+ Comments

Rispondi