Quando tutto quel che hai, te lo giochi coi “perchè?”

Quando tutto quel che hai, te lo giochi coi “perchè?” , stringi forte denti e pugni e ti chiedi dove vai, ma la terra di mezzo che ti eri immaginato, è un viavai di auto in corsa, è un sognare disperato.
Quando tutto cio’ che sei, ti rimane sullo stomaco, quando hai voglia di gridare, ma ti senti senza voce, quando ti hanno disarmato, quando hai ricominciato, hai tradito tutti i sogni, ma ogni tanto sei rinato.
E se stringi forte le braccia, intorno a te ed al tuo futuro, forse è facile non arrendersi, forse è piu’ semplice aver paura.

[Sabi

Google+ Comments

Rispondi