Mai mi sarei aspettata che fossi tu

Ho l’anima a pezzi e mai mi sarei aspettata che fossi tu, proprio tu, a distruggerla.
Sapevi quanto tempo avessi impiegato per tentare di rimettere insieme i pezzi, mi hai guardata ricostruirla con calma e precisione, hai avuto l’istinto benevolo di aiutarmi e poi, una volta completata l’opera, ti sei avventato su di me distruggendomi ancora.
Hai infierito con un colpo solo, una parola detta a bassa voce che dentro di me si è propagata come un terribile terremoto. Mi hai distrutta, ancora.
È stato brutto vedere con quanto coraggio tu abbia infierito su quell’anima fragile e sempre pronta a sgretolarsi come un castello di sabbia distrutto dal mare, ti sei spaventato anche tu per come mi hai distrutto. Ti scusi? No, non sarebbe da duri.
Le tue scuse sarebbero state delle buone fondamenta per ricostruirmi, ma tu hai preferito lasciar perdere. Mi toccherà allontanarmi per cercare un buon terreno da cui incominciare la ricostruzione di me stessa.. e spero solo che non sia un terreno così lontano da non poter vedere le nostre sagome nemmeno all’orizzonte.

─solitude

Google+ Comments

Rispondi