Ma quelli come te

Ma quelli come te, pero’, sono quelli che la vita se la son mangiata a morsi e ora chiedono il resto ed il perdono. Quelli come te hanno combattuto e vinto, quelli come te hanno preso la terra e ne hanno annusato l’odore, hanno sperato nella primavera e si son persi.

Quelli come te hanno visto le stagioni peggiori della vita e sono rinati duecento volte, morendo un po’ ad ogni inverno.
Quelli come te non hanno rinunciato, si son fatti da soli, sono rimasti incontaminati, ma hanno corso , tra stazioni dimenticate da dio, tra gente che non sperava piu’ in niente.

Quelli come te hanno cercato Dio nei bar vuoti, hanno implorato nelle chiese chiuse ed hanno odiato il proprio nome.

Quelli come te si sono esclusi , da sempre.
Ed hanno chiesto scusa al vento, per non esser volati via.

[Sabi

Google+ Comments

Rispondi