La musica come le parole mi hanno spesso salvato.

La musica come le parole mi hanno spesso salvato.
Ricordo tutte le volte che stavo male e allora prendevo le cuffie e ascoltavo le mie note, la mia melodia.
Quella che fa bene al cuore, quella che va sentita quando si è soli, quando ci si vuole consolare o magari buttar fuori la rabbia che in altri modi non potrebbe uscire.
Ricordo tutte le volte che con il magone in gola riempivo interi fogli di parole, parole che, libere, mi volavano dentro.
E davo sfogo ai sentimenti, coprivo d’inchiostro i miei silenzi.
Ho sempre vissuto queste passioni in modo molto intimo che quasi mi vergognavo di condividerle con altre persone, perchè temevo di non essere capita, o semplicemente ne ero gelosa.
Ho sempre pensato che la vita senza un libro da custodire o senza un foglio da riempire fosse sterile, troppo fredda.
La scrittura mi ha salvata, è stato un modo meraviglioso di imparare a conoscermi e piano piano ad accettarmi.
Un modo silenzioso per amarmi.

Sogno in Polvere

Google+ Comments

Rispondi