Ciao, ti ricordi di me?

Ciao, ti ricordi di me?
Guardavamo sempre le vetrine dei negozi insieme, dividevamo lo stesso ombrello quando pioveva, prendevamo lo stesso treno.
Credevamo che il mondo fosse a portata di mano, che per ingannare il tempo bastava far finta che non esistesse.
Ci siamo infilati più volte sotto le stesse lenzuola fredde e tu mi riscaldavi con i tuoi baci caldi. Io non sapevo più distinguere i miei brividi.
Mi coprivi le imperfezioni, accarezzavi le vecchie ferite e io non sentivo più dolore.
Avremmo voluto restare immobili, così.
Eravamo divorati dalla voglia di diventare grandi insieme e dimenticare i torti, volevamo costruire qualcosa di importante.
Finalmente per la prima volta io mi sentivo all’altezza.
Niente più paura di non farcela, niente più senso di inferiorità. Eravamo alla pari perchè tu eri come me: pieno di insicurezze.
Ti ricordi ancora di me?

Sogno in Polvere

Google+ Comments

Rispondi