#Buongiorno a chi va.

Di – Aurora e Rugiada-

Buongiorno a chi va.
A chi cammina e non si volta più. Che tanto quel che è fatto è fatto. Che quel che è passato, passato rimane.
A chi dal passato scappa o impara qualcosa.
A chi va “su una barchetta che va controcorrente”.
A chi crede che la corrente stia facendo il suo lavoro.
A chi viene spinto, tra un’onda e un’altra, verso qualcosa di nuovo e non sa cosa aspettarsi.
A chi questo qualcosa gli fa paura.
A chi vorrebbe solo una mano in più da stringere per essere sicuro.

BuongiornoBuongiorno a chi viene.
A chi corre verso di noi e non ce ne rendiamo conto.
A chi corre e ci viene incontro e noi abbiamo due braccia ad aspettarlo.
A chi “è arrivato ieri sera… Ha l’aria di venire da lontano.”
A chi torna a casa.
A chi lascia casa.
A chi vorrebbe andare e invece continua solo a venire.
Buongiorno a chi, tra un passo e un altro, vorrebbe incrociare i passi di qualcuno. Vorrebbe un giorno abbassare lo sguardo e vedere accanto al suo piede una nuova orma.
A chi poi la seguirebbe.
A chi poi, capire qual è la strada giusta, sarebbe molto più facile.
A chi il futuro non lo spaventerebbe.
A chi, per una volta, invece che camminare da solo, avrebbe due gambe da abbracciare.

Rugiada.

Google+ Comments

Rispondi