#Buongiorno a chi si sveglia per caso.

Di – Aurora e Rugiada-

Buongiorno a chi si sveglia per caso.
A chi va a dormire per caso.
A chi per caso stanotte ha aperto gli occhi e lo ha visto lì. Ha preso la sua mano e l’ha stretta forte. Così si è sentito al sicuro, ha capito che quello che voleva era solo addormentarsi di nuovo in quel modo.
A chi per caso ha incrociato gli occhi di qualcuno. O a chi per caso ha incrociato il suo cammino.

A chi stamattina esce di corsa, il tempo di un caffè e via.
A chi è stanco di correre sempre a destra e a sinistra e quello che vorrebbe sarebbe fermarsi. Fermare la sua vita e riflettere. Fermare il tempo e decidere cosa fare. Fermare se stesso e i suoi pensieri.
A chi questi pensieri, casualmente, non o fanno dormire, non gli danno tregua.
A chi urla “parole d’amore ad un cielo di cemento”.
A chi quel cielo gli sta crollando addosso.
A chi vorrebbe una persona accanto a sè per ripararsi dalla caduta o per afferrarlo insieme.
A chi, da quel cielo, desidera una stella, non la più bella, neanche quella più luminosa. Magari solo quella giusta che gli dia la risposta alle sue domande, ai suoi perché.
Buongiorno a chi al caso non ci crede.
A chi sente che qualcosa sta accadendo.
A chi percepisce un’emozione e non si sbaglia.
A chi se succede qualcosa è perché la fa accadere che le cose per caso non accadono mai, “c’è sempre un piano preciso, dietro a tutto […] ognuno ha davanti le sue rotaie, che le veda o no”.

 

Rugiada

Google+ Comments

Rispondi