#Buongiorno a chi si è addormentato sorridendo.

Di – Aurora e Rugiada-

Buongiorno a chi si è addormentato sorridendo.
A chi ha aperto gli occhi con lo stesso sorriso in volto.
A chi si è svegliato piangendo.
A chi con gli occhi che gli fanno male, che gli bruciano ancora.
A chi pensa che prima di una delusione c’è la felicità.
A chi quando sa che sta per rimanere deluso o che qualcosa andrà male non si piange addosso perché peggio non potrebbe andare.
A chi comincia a chiedersi se ha più colpe lui o se le hanno più gli altri.
A chi, poi, ha il senso di colpa. Lo ha verso una persona lasciata, verso un amico abbandonato, verso un’emozione andate via.
A chi prova quei sensi di colpa che non ti fanno dormire, che non ti fanno andare avanti.
A chi, più stupidamente, lo ha verso lo studio o verso qualcosa che sa che deve fare ma non fa.
A chi dopo quello fa spazio al menefreghismo.
Si butta tutto alle spalle e dice “pazienza!”.
Buongiorno a chi, così facendo, indossa una maschera e continua a dire a se stesso che sì, ha lasciato tutto alle spalle, che non pensa più a quello che è successo.
A chi sa che, solo a dirlo ad alta voce. una cosa diventa vera.
A chi. mentre la dice, si sta prendendo gioco di se stesso.
A chi sa che dopo questo arriva il divertimento, che sia vero o che ci sia solo per nascondere qualcosa, ha poca importanza.
Buongiorno a chi soffre, a chi ha male dentro, a chi si asciuga una lacrima. E’ in quei momenti che so vorrebbe urlare al cielo “Dottore, che sintomi ha la felicità?”.
Buongiorno a chi continua a cercarla, giorno dopo giorno, e che sa che prima o poi torna. Deve tornare. E di nuovo sarà lì a godersela, a viversela, da solo o in compagnia, a questo poi ci penserà.

Rugiada.

 

Google+ Comments

Rispondi