#Buongiorno a chi si alza speranzoso.

Di – Aurora e Rugiada-

Buongiorno a chi si alza speranzoso.
A chi anche oggi dice “ce la posso fare”.
A chi non ha altra scelta.
A chi, alzandosi dal letto, spalanca la finestra e spera nel nuovo giorno. Nei raggi del sole che ti scaldano, nel miagolio del gatto che ti guarda, nei bambini che vanno a scuola.

A chi fa della speranza una filosofia di vita.
A chi, così facendo, sbaglia ma non se ne accorge.
A chi, invece,
se ne accorge ma continua per la sua strada.
A chi vorrebbe prendere a testate un muro che magari così si sveglia, così capisce che deve fare. Perché non è facile stare in silenzio e ascoltare il proprio cuore. E neanche la propria mente. Sono loro che aspettano te. Sono le sensazioni che sanno quando è il momento giusto per arrivare, che ti travolgono quando meno te lo aspetti, che ti levano il fiato e non ti lasciano respirare.
A chi anche se si è in silenzio, con la musica nelle orecchie, la risposta tarda a arrivare.
A chi dice “nel mio mondo, le grandi speranze vivono soltanto fra le pagine di un libro”.
Buongiorno a chi, allora, si rifugia in un’altra storia, in quella dove poi si riconosce e la sogna a occhi aperti.
A chi non vuole lasciarla andare perché sarebbe come lasciar volare via una parte di sé.
A chi, poi, chiude il libro e prova a scrivere la sua, di storia, semplicemente alzandosi dal letto e uscendo di casa.

– Rugiada.

 

Google+ Comments

Rispondi