Buongiorno a chi non sente

Di Aurora e Rugiada

Buongiorno a chi non sente.
A chi sembra avere l’ovatta nelle orecchie.
A chi fa finta di non sentire, che a volte è meglio.
A chi se ne va un po’ prima e si perde il finale.
A chi non sente perchè non può, è troppo lontano.
A chi non sente perchè non vuole, scappa, perchè gli farebbe troppo male e decide di proteggersi così.
A chi non sente “e poi ne vuol parlare”
A chi non sa e spara a zero su tutto, lo stesso.
Buongiorno a chi sente con le mani.
A chi le stringe forte e chiede “stringimi di più”
A chi “fatti sentire come dovessi morire”
A chi sente con il cuore che pulsa forte dentro il petto.
A chi sente con lo stomaco e fa tutto d’istinto.
A chi gli basta un odore per sentire qualcosa, un profumo troppo forte per non sentirlo.
A chi sa che non c’è solo l’udito.
A chi si tappa le orecchie per non sentire le urla.
A chi mette la testa sotto il cuscino.
A chi fa finta di dormire.
Buongiorno a quei rumori forti, violenti.
A quelli della musica di un concerto, a quella da brividi.
A quelli che lasciano il segno.
Buongiorno a chi cerca la sua musica, quella che non stona, quella giusta.
A chi cerca la sua nota e lo sa che “anche se la vita fa un rumore d’inferno affilatevi le orecchie fino a quando arriverete a sentirla e allora tenetevela stretta.”

Rugiada e Aurora

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi