#Buongiorno a chi rimanda

Di – Aurora e Rugiada-

Buongiorno a chi rimanda.

Buongiorno 2

A chi ha qualcosa da fare ma oggi non vuole farla.
A chi rimanda indietro qualcuno dopo averci parlato.
A chi quel qualcuno non voleva essere rimandato indietro, voleva solo essere accolto.
A chi lo fa pensando che magari un giorno toccherà a lui.
A chi pospone la sveglia.
A chi lo fa ogni mattina perché non ce la fa ad alzarsi.
A chi, invece della sveglia, vorrebbe mettere un posponi alle parole, alle emozioni, agli incontri.
A quegli incontri che magari se aspettassero un po’ andrebbero meglio. Non tanto, anche solo pochi giorni, giusto il tempo di prepararsi.
A chi sa che poi, però non sarebbe lo stesso. Che a essere rimandate indietro le parole fanno male. Ti spezzano dentro.
Buongiorno a chi, invece di rimandare, preferisce il verbo affrontare.
Affrontare una sfida, un esame, un lavoro, qualcuno.
Affrontare se stessi, che a volte è la cosa più difficile da fare.
A chi affronta un incontro a testa alta, chi a testa bassa.
A chi al sol pensiero ha già le lacrime negli occhi.
A chi ingoia per rimandarle indietro.
Buongiorno a chi decide di accettare e accettarsi per quello che si è.

Rugiada.

 

Google+ Comments

Rispondi