#Buongiorno a chi legge.

Di Aurora e Rugiada

Buongiorno a chi legge.
A chi si sveglia e vede accanto a sè una mensola piena di libri.
A chi oggi s’è svegliato con l’intenzione di comprare un libro appena uscito.
A chi ha la libreria come punto di riferimento.
A chi si perde tra i suoi scaffali.
A chi ci entra e “aspirai quel profumo di carta e magia che inspiegabilmente a nessuno era ancora venuto in mente di imbottigliare.”
A chi quando non sa cosa fare, legge.
A chi legge tra i banchi di scuola, su una panchina, nell’autobus, in treno, su un prato, al mare o al bar.
Buongiorno a chi si immerge tra le pagine incantate di un libro fantasy.
A chi si perde tra i nodi ingarbugliati di un libro giallo.
A chi sente battere il cuore tra le righe di un romanzo d’amore.
A chi si sente più leggero tra le pagine di un libro di poesie.
Buongiorno a chi ha il suo libro preferito.
A chi lo ha letto talmente tante volte che ormai lo sa quasi a memoria.
A chi non lo presterebbe a nessuno.
A chi ha il libro che adora autografato.
Buongiorno a chi adora i libri.
A chi li sente suoi.
A chi si rivede nei personaggi.
A chi si immerge nelle loro storie.
A chi li reputa compagni di vita.
A chi ha i libri che segnano le fasi della sua vita.
A chi grazie a un libro s’è salvato.
A chi legge per informarsi. Per non avere paura.
A chi ci crede nella loro magia.
A chi chiuso un libro se lo abbraccia.
A chi lo termina con le lacrime agli occhi.
Buongiorno a chi si chiede “chi può capire qualcosa della dolcezza se non ha mai chinato la propria vita, tutta quanta, sulla prima riga della prima pagina di un libro? No, quella è la sola e più dolce custodia di ogni paura – un libro che inizia.”

-Aurora

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi