Buongiorno a chi è mattiniero

Di Aurora e Rugiada

Buongiorno a chi è mattiniero.
A chi stamattina ha messo la sveglia presto, ma non si è alzato lo stesso.
A chi quel “post poni” lo utilizza tutte le volte.
A chi non è riuscito ad alzarsi per fare quello che voleva.
A chi, così, i suoi piani hanno preso una piega storta, già di prima mattina.
Buongiorno a chi vorrebbe aprire la porta di casa e sentire la sabbia sui piedi. A chi il mare lo ha sognato.
A chi si è trovato nel bel mezzo di una tempesta. Magari il nostro sogno vuole mandarci un segnale, vuole farci capire che c’è qualcosa che non va e che dobbiamo rimettere a posto. E se fosse qualcos’altro? “È vero che ci sono dei sogni […] che sono palesi appagamenti di desideri. Ma nei casi in cui non si può riconoscere la soddisfazione del desiderio, dove questo è mascherato, ci deve essere stato un atteggiamento di difesa contro di esso: e proprio per questa difesa il desiderio non si è potuto esprimere se non in una forma distorta”.
E allora buongiorno a chi desidera e a chi, con i pugni e i denti stretti, oggi farà di tutto per realizzare quel sogno, il suo sogno.

Rugiada.

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi