#Buongiorno a chi è distratto.

Di Aurora e Rugiada

Buongiorno a chi è distratto.
A chi lascia l’ombrello in treno, l’anello in bagno, il cappello sul sedile. A chi scorda l’accendino nella borsa sbagliata, le chiavi a casa e il quaderno in biblioteca.
A chi dimentica un appuntamento, un compleanno, un anniversario.
A chi è sbadato, a chi non ci fa caso.
Buongiorno a chi vorrebbe rimediare.
A chi fa gli auguri anche se in ritardo.
A chi ritorna in un posto e con occhi bassi cerca per terra quello che ha perso.
A chi fa il percorso al contrario.
A chi “dove lo avrò messo? dove lo avrò perso?”
Buongiorno a chi perde le persone.
A chi non se lo spiega come mai ma gli sfuggono.
A chi forse non li stringe bene quei lacci sul cuore.
A chi si accorge sempre dopo di quanto erano importanti.
A chi dopo li vorrebbe amare come non si è fatto ancora e invece si ritrova a piangere o a rincorrerli.
A chi “Non mi importa di niente – pensò – vorrei solo quello. Voglio una cosa perduta.”
Buongiorno a chi non ci perde mai.
A quelli che crediamo abbiamo mollato la presa e invece ce li ritroviamo accanto un minuto dopo.
A quelli che tornano quando sembrava se ne fossero andati.
A quelli che “Non sono per le cose che finiscono, non compatisco quelle che non durano, non sono per le cose che ti lasciano all’improvviso solo.”

-Aurora

 

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi