#Buongiorno a chi crede che vada tutto bene.

Di Aurora e Rugiada

Buongiorno a chi crede che vada tutto bene.
A chi deve mostrarsi forte.
A chi sorride.
A chi guarda il cielo e trattiene le lacrime.
A chi ride.
A chi scherza.
A chi, però, dentro muore.
A chi sa che bene non sta.
A chi non può darlo a vedere.
A chi deve nascondere le ferite, il dolore.
A chi non dovrebbe stare ancora male, è passato troppo tempo.
A chi si sente mancare il respiro se ci pensa.
A chi “quando cade la tristezza in fondo al cuore come la neve non fa rumore”.
Buongiorno a quei finti sorrisi che si fanno per cortesia e educazione.
A chi indossa una maschera un giorno sì e l’altro pure.
A chi sa che è di cera e che con il caldo prima o poi si scioglierà.
A chi va avanti, ancora e ancora un po’.
A chi prima o poi si stancherà.
A chi si toglierà tutte le armature e mostrerà ogni debolezza.
Buongiorno a chi lo ha lasciato andare e a chi darebbe l’anima pur di riaverlo.
A chi vorrebbe tornare indietro a quando i sorrisi erano tutti veri.
A chi, invece, non vuole più nessuno.
A chi deve ricostruirsi.
A chi per un po’ dovrà farcela da solo.

Rugiada e Aurora

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi