#Buongiorno a chi balla.

Di – Aurora e Rugiada-

Buongiorno a chi balla.
A chi ha la danza come sfogo.
A chi vorrebbe uscire di casa e ballare sotto la pioggia. Come in quei film dove ogni parola sembra scivolare addosso. Dove sembra che con un po’ di pioggia e il giusto vestito tutto passa.
A chi ballando esprime se stesso.
A chi ballando dimentica.
A chi ci mette la sua vita in quella danza, lenta o veloce che sia. Che poi magari quel ballo è solo la cornice.
A chi “Suonavamo per farli ballare, perché se balli non puoi morire, e ti senti Dio”.

Buongiorno a chiBuongiorno a chi fa della musica la sua materia prima.

A chi senza quella avanti non ci va.
A chi vive di musica.
A chi ha ogni canzone per ogni momento.
A chi non sa scegliere una canzone preferita.
A quelle canzoni che appena senti ti esplode il cuore, o la pancia.
A chi quando l’ascolta, proprio quella, non può fare a meno di sorridere.
A chi di ridere.
A chi corre e spegne la radio.
A chi, invece, alza il volume, per sentirla meglio, per nascondere il rumore delle lacrime, delle urla.
Buongiorno a chi suona.
A chi suona anche solo un campanello, che a volte è proprio quello che ci cambierà la giornata.
A chi suona uno strumento e sembra che ci stia facendo l’amore.
Buongiorno a chi ha la musica come primo pensiero al mattino.

-Rugiada e Aurora

-Aurora

Google+ Comments

Rispondi