Buongiorno alle stagioni che cambiano

Di Aurora e Rugiada

Buongiorno 2

Buongiorno alle stagioni che cambiano.
A quella che sembra non arrivare.
A quella che ci regala cambiamenti di continuo.
A chi è meteoropatico e alterna sorrisi a visi tristi.
A chi cammina mano nella mano e un attimo dopo deve staccarsi per tenere un ombrello.
A chi incrocia lo stesso le sue dita.
A chi cammina e salta in una pozzanghera.
A chi di quelle nuvole può farne a meno.
A chi alza gli occhi al cielo e le vede scontrarsi.
A chi crede “all’estate che veniva con le nuvole rigonfie di speranza”.
A chi quella speranza l’ha messa nel posto sbagliato.
Buongiorno a chi stamattina ha deciso di smettere di sperare.
A chi la fa morire almeno non muore lui.
A chi aspettava l’estate per correre nei campi.
Per tenere la mano sulla spiaggia.
Per tuffarsi nel mare.
Per i giochi d’acqua e i bambini che ridono.
A chi cerca le sue risate in ogni angolo.
A chi preferisce la tintarella di luna.
A chi cammina e si guarda intorno.
A chi dice “la notte quella notte cominciava un po’ perversa e mi offriva tre occasioni per amarti”.
A chi le sa sfruttare.
A chi se le lascia scappare.
A chi sa che se non ci sono adesso, ci saranno poi.
A chi le aspetta.
A chi sa che non cadono dal cielo ma si creano.

Rugiada.

 

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi