#Buongiorno alle parole dette a mezza bocca.

Di Aurora e Rugiada

Buongiorno alle parole dette a mezza bocca.
A chi crede di parlare, ma non lo fa.
A chi parla, e forse anche troppo.
A chi lo fa a sproposito.
A chi vorrebbe farsi capire ma sa che la cosa sarebbe inutile.
A chi gli manca il coraggio perché ha paura. Ha paura di una brutta risposta. Ha paura di sentirsi dire a verità. Perché un conto è saperle le cose, un contro è sentirsele dire.
Buongiorno a chi comunque dice di averci provato.
A chi crede di aver fatto il possibile.
A chi misura le parole su una bilancia.
A chi ci misura i gesti.
A chi “sposti tutti i miei confini”.
A chi non trova il giusto equilibrio.
A chi sa che un gesto, a volte, vale più di mille parole.
A chi fugge davanti una provocazione.
A chi tira il sasso e poi nasconde la mano.
Buongiorno a chi non sa che farsene delle promesse.
A chi è stanco di giocare.
A chi vorrebbe solo un po’ di chiarezza.
A chi “perdo il filo forse non ci sei”.
A chi, una volta perso, non sa come ritrovarlo.
A chi si sente come il Minotauro in un labirinto e vorrebbe “il filo di Arianna” per non perdersi, per non perderlo.

Rugiada.

 

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi