Buongiorno alle mani.

Buongiorno alle mani.
A chi la mattina si sveglia e sono fredde, non escono dal letto.
A chi le ha calde che ancora prpfumano di notte.
A chi le ha ancora nel modo in cui si è addormentato cioè intrecciate a quelle di qualcuno.
A chi sono la prima cosa che guarda in una persona.
A chi, le mani, descrivono la vita. Sanno chi sei.
A chi le ha rugose perchè il lavoro le ha rovinate.
A chi le ha grandi, a chi piccole.
A chi se le cura e le ha sempre lisce.
A chi le porta sempre in ordine.
A chi le ha piene di segni o ferite.
A chi le lava troppe volte al giorno, quasi a voler togliere quei lividi.
Buongiorno alle mani di una donna che ti guarda.
Alle mani di un uomo che ti sfiora.
A quelle di uno sconosciuto che per sbaglio ti toccano.
Alle mani di un bimbo che pure se piccole sanno regalarti il mondo.
Buongiorno alle mani che fanno innamorare.
A chi sa che “a loro basta il tatto, il più diffuso sistema di comunicazione del corpo.”
Alle mani che si intrecciano.
A quelle che scrivono parole.
A quelle che suonano.
A chi “credo che adesso mi devi far sentir le mani che a quelle credo.”

Rugiada e Aurora

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi