Buongiorno alla sensibilità

Di Aurora e Rugiada

Buongiorno a chi

Buongiorno alla sensibilità.
A chi si sente fragile e piccolo.
A chi per questo ha sofferto molto.
A chi gli basterebbe un sorriso mancato per sentirsi morire.
A chi gli basta una carezza, un abbraccio forte, un “andrà tutto bene”.
A chi gli basta il mare un po’ agitato, un nonno seduto alla panchina da solo o un cane abbandonato.
Buongiorno a chi ha il cuore tenero ma anche tanto forte.
A chi sembra debole ma non lo è.
A chi sa usare gli artigli.
A chi sa essere duro con chi se lo merita.
A chi non si fa più prendere in giro.
A chi sa farsi rispettare.
Buongiorno a quei duri che poi sono immensamente dolci.
A chi si emoziona per una risata di bambino, per una foglia che cade, per il cinguettino di uccelli, per un tramonto più rosa del solito.
A chi sorride con poco.
A chi ha spalle grandi e piene di sbagli e sa cosa vuol dire non ricevere un abbraccio.
A chi per questo ne regala molti.
A chi ne chiede tanti.
A chi gli basta poco per sentirsi amato.
A chi ha provato cosa vuol dire sentirsi abbandonato.
A chi è stato lasciato solo.
A chi poi è stato ritrovato.
Buongiorno a chi nella fragilità ha trovato la sua forza.

-Aurora

 

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi