Buongiorno alla pigrizia

di Rugiada e Aurora

Buongiorno alla pigrizia.
A chi spegne la sveglia e non si alza.
A chi non riesce a mettere il piede fuori dal letto.
A chi si è perso i calzini nella notte e ora ha freddo.
A chi é pigro e non esce di casa.
A chi la pioggia non gli va giù.
A chi non la sopporta più.
A chi la ama.
A chi la desiderava.
A chi vorrebbe cacciare via le nuvole grige.
A chi cerca un cielo limpido.
A chi ha deciso di prendersi tempo.
A chi sa che “il tempo servirebbe vivo”.
A chi rimane lì perché non vuole muoversi.
A chi sta fermo perché almeno non fa danni.
A chi si siede e aspetta qualcosa.
A chi prende la macchina per fare anche solo 100 metri.
A chi a piedi non ci va perché fa freddo.
Buongiorno a chi, invece, si alza e si attiva.
A chi cammina con il vento freddo in faccia.
A chi aspettava quest’aria.
A chi la sente scompigliargli i capelli.
A chi tira su il cappuccio.
A chi sogna la montagna.
A chi è troppo pigro anche per sognare.
A chi vorrebbe dire “non sai che ti perdi!”.
A chi tanto sa che è inutile.
A chi alza le spalle.
A chi si gode il momento.
A chi riesce a fare quello che vuole.

Rugiada.

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi