#Buongiorno alla gelosia.

Di – Aurora e Rugiada-

Buongiorno alla gelosia.
A quella che ti assale camminando per strada.
A quella che arriva quando i suoi occhi non incrociano i tuoi.
Alla gelosia canaglia, perché non solo la nostalgia lo è.
A chi è geloso e non sa il perché.
A quella che “più’ la scacci e più’ l’avrai”.
A chi è geloso a tal punto da tenersi tutto dentro di sé perché l’orgoglio è sempre al primo posto.
A chi, invece, lo mette da parte ma rimane zitto lo stesso. Perché non è questione di orgoglio, è semplicemente fatto così.
A chi ha sempre detto “geloso io?” e poi eccolo lì, pronto a mangiarsi le mani, a rodersi lo stomaco.
A chi abbassa la testa e ammette di esserlo.

Buongiorno a quella gelosia che arriva quando meno te lo aspetti. Che finché una cosa è tua non lo sei, ma quando la perdi è tutta un’altra storia.
A chi è geloso e non dovrebbe permetterselo.
A quella gelosia che non ti fa dormire.
A quella che ti fa raccontare una bugia.
A quella che ti fa abbassare il tono della voce al telefono.
A chi dice “è il turbamento della gelosia”, io non posso farci nulla.
 
Buongiorno, infine, a chi è geloso di un libro, di un cd, di un quaderno.
A chi le sente sue, queste cose, e non riesce a prestarle, a darle via.
A chi è geloso di una frase.
A chi è geloso di un’emozione.
A chi è geloso.
A chi.

Rugiada.

Google+ Comments

Rispondi