#Buongiorno al sole

Di Aurora e Rugiada

Buongiorno al sole.
A quello che ti sveglia di prima mattina.
A quello che esce ma ti fa uscire ancora un po’ coperta.
A quello che la mattina non scalda mai, ma dopo un paio di ore è bollente come il fuoco.
Al sole che tutti aspettavamo.
A chi sa che tra un paio di settimane si lamenterà già del caldo e rimpiangerà il suo cappello.
A chi indossa un cappello di paglia, non più di lana.
A chi dà spazio ai piedi nudi che “sanno correre sugli scogli e neanche i cavalli lo sanno fare”.
A chi inizia a sognare già il mare.
A chi il mare lo ha vicino.
A chi deve prendere un treno per sentire anche solo il rumore.
Buongiorno a chi sogna una passeggiata di notte sulla sabbia.
A chi “Non lo spegni, il mare, quando brucia la notte” e non ha paura.
A chi di giorno l’acqua è nemica, di sera non lo è più.
Alla luna che lascia spazio alle stelle.
A quel momento che il sole e la luna si incrociano per un attimo e si guardano. Magari gli basta un attimo per innamorarsi, ma i loro incontri sono così fugaci, che fanno il conto alla rovescia per l’alba.
A chi la preferisce al tramonto.
A chi non sa scegliere tra i due spettacoli.
A chi “oggi il tramonto, domani l’alba”.
A chi lo fa in compagnia.
A chi lo fa da sé.
A chi, non importa dove, come, quando e perché, l’importante è restare in silenzio e stringere una mano.

Rugiada.

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi