#Buongiorno ai vorrei.

Di – Aurora e Rugiada-

Buongiorno ai vorrei.
A quelli espressi e a quelli taciuti.
A quelli che rimangono lì da anni perché ormai manca il coraggio. Perché è tardi. Perché non ha più senso.
A quelli che sono nel nostro cuore e non vogliamo rivelare a nessuno.
Ai vorrei che ci teniamo in tasca, che almeno lì basta allungare un po’ la mano per afferrarli.
A chi “io vorrei, non vorrei, ma se vuoi”.

Buongiorno a chi con tante speranze continua a crederci.

A chi si batte ogni giorno per un proprio desiderio.
A chi, anche se gli fa male, non ne può fare a meno.
A chi lo rincorre il desiderio, come rincorre una stella cadente in una notte d’estate.
A chi, quella stella, la rincorre anche di inverno.
Buongiorno a chi di vorrei non ne ha più.
A chi non ci crede più.
A chi vuole quello che non può.
A chi è “tossico sempre di cose che non sono” sue.
A chi cadendo si è fatto troppo male e non vuole più nulla.
A chi, anche se si rialza, lascia stare e a chi, invece, ci riprova che non gli importa se cade di nuovo, intanto lotta.
A chi non dice più vorrei, ma a volte vorrebbe dire solo “voglio”: voglio te, voglio ridere, voglio amare, voglio piangere, voglio stare bene. Voglio.
Buongiorno a chi “vorrei solo quello. Voglio una cosa perduta”.

– Aurora e Rugiada –

Google+ Comments

Rispondi