#Buongiorno ai litigi.

Di – Aurora e Rugiada-

Buongiorno ai litigi.
A quelli che ti fanno diventare rosso in faccia dalla rabbia.
A quei litigi che ti lasciano senza forze.
A chi litiga e alza la voce.
A chi urla, perché sennò non lo sentono.
A chi lo fa perché la sua voce deve contrastare quella di qualcun’altro.
A chi “La sentii urlare, mi sembrò normale, uno starnuto”.
A chi urla e a chi trattiene il fiato.
A chi non dice mai tutto quello che pensa.

Buongiorno a chiBuongiorno a chi da una litigata capisce molte cose.
A chi provoca.
A chi tira la corda, ma dimentica che alla fine prima o poi questa si spezza.
A chi si approfitta della situazione.
A chi si è liberato di un pensiero.
A chi, finalmente, ha capito cosa c’era sotto.
A chi con un litigio ha perso una persona, ma va bene così.
A chi non ha le forze di ritornare sui suoi passi.
A chi trova il mondo pesante e preferisce farsi gli affari suoi, che sì sa che così magari campa cent’anni davvero.
Buongiorno a chi, invece, quella persona gli manca. Gli manca chiamarla a ogni ora del giorno, gli manca sapere che a qualsiasi ora della notte lei ci stava.
A chi gli manca perché era un amico, con la A maiuscola.
A chi ora si guarda intorno e non sa che fare.
A chi ci pensa e non arriva a nessuna soluzione.
A chi, pensandoci, afferra la giacca e esce a cercarla.

-Rugiada

 

 

Google+ Comments

Rispondi