#Buongiorno agli “Uffa”.

Di – Aurora e Rugiada

#Buongiorno agli “Uffa”.
A quelli che ci fanno alzare già con la luna storta.
A quelli che pensano che la luna stava meglio in cielo stanotte.
A quegli uffa che di lunedì mattina ci fanno compagnia.
A quelli che, nella notte, non ci hanno lasciato.
A chi apre gli occhi ed è il suo primo pensiero.
A chi pensa alle cose da fare e lascia la grinta sotto il cuscino.
A chi si sente spento.
A chi non ha le forze di reagire.
A chi confida in una tazza di caffè, ma bella grande.
A chi si affida a un po’ di zucchero.
A chi a una canzone.
A chi si attacca a delle parole.
A chi dice ” tu che volevi davvero la luna adesso purtroppo lo sai che la luna non c’entra in un bilocale, spero ti accontenterai di un valzer d’amore e di ingenuità”.
Buongiorno a chi, quindi, si accontenta.
A chi non si sforza più di tanto.
A chi continua a sognare, accontentandosi.
A chi, invece, non lo fa mai.
A chi non si è mai accontentato.
A chi ha sempre fatto a meno degli sbuffi.
A chi tra un uffa e un altro va avanti.
A chi si sazia di giusti abbracci da tirare fuori nel momento del bisogno.
A chi li ricorda.
A chi gli fanno forza.

Rugiada.

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi