Buongiorno a chi si è svegliato con le mani libere.

Di Aurora e Rugiada

Buongiorno 1

Buongiorno a chi si è svegliato con le mani libere.
A chi le ha poggiate sul cuscino.
A chi le ha usate per coprirsi fino al naso. Sì, ancora.
A chi le ha chiuse e non ha sentito più niente.
A chi ha stretto i pugni.
A chi ha pensato “dov’è?”
A chi stringeva qualcosa.
A chi stringeva il cuscino per sentirsi più sicuro o magari più comodo.
A chi aveva le mani intrecciate a quelle di un’altra persona.
A chi le ha intrecciate poi.
A chi le ha strette fino a lasciare il segno.
A chi aveva chiesto “porta la tua vita e vediamo che succede a mescolarle un po’ “.
A chi ora non si mescola più.
A chi aveva stretto troppo ed ora non gli resta nulla.
A chi ieri sera ha ristretto le mani di un amico che non vedeva da tempo.
A chi ha stretto le mano di una persona importante.
A chi quelle di una bambino prima di andare a dormire.
A chi oggi stringerà quelle di una persona che lo sta aspettando.
A chi l’abbraccerà forte forte.
A chi “credo che adesso mi devi far sentir le mani che a quelle credo”.
Buongiorno a chi semplicemente sfiora e non stringe.
A chi così facendo rende tutto più magico.
A chi non fa male.
A chi sfiora con un petalo.
A chi regala un fiore.

Aurora e Rugiada.

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi