Buongiorno a chi aspetta.

Di – Aurora e Rugiada

Buongiorno a chi aspetta.
A chi si mette in un angolo.
A chi si mette al centro.
A chi vuole comunque essere al centro dell’attenzione.
A chi aspetta qualcuno, o forse qualcosa.
A chi un segnale.
A chi una canzone.
A chi un viaggio.
A chi un concerto.
A chi aspetta il momento giusto. Per fare cosa non lo sa.
A chi conta i minuti.
A chi, nell’attesa, trema.
A chi gli tremano le gambe.
A chi le mani.
A chi gli batte forte il cuore.
Buongiorno a chi non sa aspettare.
A chi scalpita.
A chi fermo non ci sa stare.
A chi fa i conti alla rovescia.
A chi spunta il calendario.
A chi leva dalla testa i pensieri.
A chi chiude gli occhi e conta in silenzio.
A chi sa che “Aspettare è ancora un’occupazione. È non aspettar niente che è terribile”.

Rugiada.

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi