Buonanotte a chi, passa un giorno, e poi un altro, e un altro ancora.

Oriana 

Buonanotte a chi, passa un giorno, e poi un altro, e un altro ancora.
E c’è.
Non molliamo.
Nonostante ci sia stato e continui ad esserci qualcuno che vorrebbe abbatterci.
Volontariamente o meno, poco importa.
Le difficoltà e le persone cattive, continueremo ad incontrarle.
E a piangerci sopra per qualche ora.
E ad asciugarci le lacrime mandandole a fanculo.
E ad alzarci ancora, e con la testa alta più che mai, anche a costo di tenerla su con con le nostre mani di pastafrolla.
Ci basta, in fondo, un sorriso, un abbraccio, un cenno di affetto.
E ripartiamo.
Buonanotte a chi continua a camminare nonostante gli sgambetti.
Qualche botta, un po’ di pomata, un cerotto se serve.
Buonanotte a noi fragili, insicuri, incerti, indecisi.
Ma “cazzuti”.

Google+ Comments

Rispondi