Buonanotte a chi aspetta un po’ prima di parlare

Oriana

Abbraccio

Buonanotte a chi aspetta un po’ prima di parlare.
O scrivere.
Ché la giornata è stata lunga.
Scuola o lavoro, famiglia, emozioni.
Buonanotte a chi si ritrova tardi a raccogliere le sensazioni del giorno trascorso.
Sempre troppo intense per poterle descrivere chiaramente.
Buonanotte a chi è confuso.
Non abbiamo ben capito l’ oggi, figuriamoci il domani.
Buonanotte a chi si auspica tante ore di sonno e di sogni.
Per poter dare un senso.
Per poterci dare un senso.
Buonanotte a chi si risveglierà con una risposta.

Google+ Comments

Tags:  

Rispondi