Barzellette 3

101. “Quella funzione ha un seno iperbolico” disse il logaritmo leccandosi la mantissa.
102. “In fondo ho dei numeri – disse la parentesi – potrei diventare una potenza”.
103. “Ma tutto cio’ e’ immaginario” disse il radicale puntando l’indice accusatore su menouno.
104. “Facciamo quadrato” grido’ l’ipotenusa ai cateti: arrivano i rettangoli!
105. Sapete cosa dice il professore di greco entrando in un’aula piena di fumo e surriscaldata? ‘Eschilo, Eschilo, che qui si Sofocle… e attenti alle scale Euripide che vi Tucidite’.
E la risposta: “Ma chi Senofonte!”.
106. “Anche questa e’ fatta” disse la Marchesa tirando la catena.
107. “Ci vediamo all’angolo!” come disse un muro ad un altro muro.
108. “L’importante e’ partecipare” come disse il tizio gettandosi nell’ammucchiata.
109. “Che bella cintura!” disse lo zero all’otto.
110. Cosa direbbe Freud se fosse ancora vivo? Beh’… Come sono ben longevo! (Alessandro Bergonzoni).
111. “Qui tira una brutta aria!” come disse l’agente della CIA entrando in un cesso pubblico.
112. “Meglio tagliare la corda” come disse l’equilibrista fuggendo dopo la rapina.
113. “Sono sempre i migliori che se ne vanno” come disse il ciclista ultimo al giro d’Italia.
114. “Sono senza parole” come disse quello che aveva perso il dizionario.
115. “Chi piu’ ne ha piu’ ne metta” come disse John Holmes.
116. “Beh ragazzo, hai fegato!!” come disse Zeus andando a trovare Prometeo incatenato alla roccia.
117. “Ti amo da morire” disse lui a lei cercando di affogarla nella pentola a pressione. (Fabio Fazio).
118. “Ed e’ subito gol” come direbbe Ungaretti (Marcello Giannini).
119. “C’era una volta…” come disse la candela.
120. “Cazzo ci faccio in questo film?” come disse Marlon Brando in ‘Via col Vento’. (Paolo Cananzi).
121. “Mi fa male un dante” come disse Alighieri andando dal dentista.
122. “Qui non si riesce piu’ ad andare avanti!!” disse la moglie del gambero.
123. “Non si trova mai un buco” come disse il tossico che cercava un parcheggio per la sua macchina.
124. “Sono tre notti che non prendo tonno” come disse il pescatore siciliano.
125. “Signorina, passo a prenderla stasera” come disse il monatto innamorato (Gino Patroni).
126. “Ho bruciato le tappe” come disse il nano che aveva bruciato le nane.
127. “Il tempo stringe” come disse il limone.
128. “Amputato, alzatevi” come disse il giudice all’imputato monco.
129. “Passo e chiudo” come diceva il telegrafista tutte le volte che usciva di casa.
130. “Chi e’ questo tizio?” come dissero Caio e Sempronio quando videro il fratello.
131. “Sa di tappo” come disse la ballerina baciando il nano.

Please follow and like us:
0

2 comments to Barzellette 3

  • Dorothy

    Amazing!

  • arony

    XD

Rispondi